Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L ‘industria Italiana delle Startup nel 2013 : 81 milioni per 156 Startup .Cosa vuol dire ?

L associazione Italiana  dei fondi  di Venture Capital e Private Equity  , (Aifi) ha pubblicato i dati sugli investimenti in Startup nel 2013 .Gli investimenti  sono diminuiti in modo rilevante ( da 135 milioni di euro  nel  2012  a 81 milioni di euro nel  2013 );quasi un 40% in meno nel 2013 rispetto al 2012 .  Sono aumentate le Startup in cui i  fondi hanno  investito ( da 136 imprese  nel  2012   siamo passati a  158 imprese  nel  2013  ).Quindi ad  una  caduta  degli investimenti ha  corrisposto una crescita  delle Startup in cui si e’ investito.Cerchiamo  di  capire  cosa  e’ accaduto .

Gli investimenti sono diminuiti in modo rilevante per diverse ragioni  :

-I maggiori fondi di Venture Capital hanno chiuso il loro periodo di investimento ( normalmente 5 anni più uno opzionale   ) .In Italia i fondi di Venture  capital   che investono  sono pochi ( circa 10) ma quelli con capitali superiori ai 50 milioni sono pochissimi ( meno di 5) .Se i fondi maggiori  diventano inattivi l’ impatto sul  sistema e’ molto rilevante .
-Invece i nuovi  fondi di venture capital sono partiti  nel tardo 2013 e necessitano di tempo le prime operazioni di investimento  .Dopo che  un nuovo fondo ha  raccolto gli investimenti , ha bisogno di circa 4/6 mesi per effettuare un investimento rilevante ( il tempo tecnico per  completare la  negoziazione, la  due  diligence etc).Quindi i nuovi  fondi  hanno avuto un impatto minimo sul 2013 , ma  gli effetti si vedranno nel  2014.
-Hanno terminato il loro periodo di investimento nel 2012  anche i fondi di venture Capital che operavano utilizzando  Il fondo del governo  per il sud ( Fondo ht).questa misura che metteva a  disposizione  circa 100 milioni di euro per i fondi di venture  capital che  investivano nel  sud , e’ venuta a scadenza .Si e’ determinata  cosi una  diminuzione  di risorse molto rilevante per il sistema :  Il fondo per il Sud infatti   prevedeva un intervento dello Stato solamente in co-investimento alla pari con i privati ( matching fund), quindi un raddoppio degli investimenti

Il numero di Startup investite nel  2013  è aumentato , nonostante  la riduzione  degli investimenti per  tre  ragioni principali  :tutti i fondi  di venture si stanno spostando verso finanziamenti nella fase detta  seed ( cioè di Startup appena creata ) che  comporta investimenti medi  minori( 60-300 mila euro);per la nascita  di fondi specializzati in seed capital ( accelleratori , ne  sono nati  diversi );  per l abbassamento del costo medio di creazione  una startup  ( tutti le componenti di costo , sopratutto quelli tecnologici si sono  ulteriormente  abbassati grazie al cloud  computing)  .Quindi più operazioni ad un costo medio più basso .

In sintesi  nel 2013 in Italia si sono create: circa 384.000 nuove imprese di tutti le tipologie( dati Infocamere )  ;di queste  circa sono  1800 Startup innovative registrate  cioe’ circa lo 0.5 per  cento del totale  delle imprese  create ;156 sono  le  Startup    che sono state  finanziate  da  fondi specializzati  cioe’  circa un 8.5  per cento del totale  delle Startup innovative registrate   e lo 0.04 per  cento del totale delle nuove imprese create nel  2013.

Tutti di dati  e le  dimensioni della economia Italiana nonchè i parametri  internazionali sulle  Startup (USA ;UK;Israele) indicano che  l’ industria Italiana delle Startup puo’ crescere di 4/5 volte rispetto ai numeri attuali .